ANDREA VITELLO

VitelloMusicista eclettico, inizia la sua carriera come compositore grazie al successo in alcuni concorsi internazionali (Bulgarian Choir Union a Sofia nel 2009, selezione per l’Accademia della Biennale di Venezia nel 2007, Concorso Internazionale Euritmia di Udine nel 2007, Mozart Oggi nel 2007, Corale Universitaria di Torino nel 2006 etc) prendendo parte ad importanti stagioni e festival quali la 64esima stagione dei Pomeriggi Musicali di Milano e il Festival Musica Viva di Belem in Portogallo.

Ha ideato e diretto eventi quali il concorso internazionale per direttori d’orchestra Antal Doráti di Budapest, il concorso European Union Conducting Competition di Sofia, il festival Capriccio Italiano a Firenze, il Festival di Pasqua e Musica nei Chiostri a Prato, il Florence String Quartet Call for Scores con il patrocinio di istituzioni quali la Regione Toscana e le sue maggiori province.  A Prato è direttore della Scuola di Musica Artes, la più grande scuola di musica interamente privata di tutta la Provincia.

Come direttore d’orchestra ha recentemente guadagnato una reputazione internazionale grazie al suo CD con I Solisti del Teatro alla Scala di Milano edito da Warner Classics, acclamato dalla critica con parole quali: “colpisce per l’autorevolezza esecutiva” (Enrico Girardi, il Corriere della Sera), “raggiunge i più alti standard di intonazione e insieme ” e “meravigliosamente lirico e dettagliato” (Remy Franck, Pizzicato), “Pungente e rifinita concertazione” (Angelo Foletto, La Repubblica).

Collabora con orchestre ed ensembles in Europa, Stati Uniti, Russia e Asia, tra di esse l’Orchestra Filarmonica di Nizza, l’ERT Orchestra della Radio Televisione Nazionale della Grecia, l’Orchestra Sinfonica MÁV di Budapest, l’Orchestra Sinfonica di Salonicco, l’Orchestra Sinfonica di Sanremo, l’Orchestra da Camera de “I Solisti Russi”, l’Orchestra Sinfonica del Ministero della Difesa della Federazione Russa, la Korea Soloists Orchestra, l’ensemble Argento di New York, l’Orchestra Filarmonica di Koszalin, l’Orchestra Sinfonica di Khabarovsk, i Solisti del Teatro alla Scala di Milano.

Andrea si è esibito in alcune tra le più importanti sale del panorama internazionale, quali Carnegie Hall di New York, Seul Art Center a Seul, Teatro Petruzzelli di Bari, Sala Verdi di Milano.

Il suo debutto discografico con il Pierrot Lunaire di Arnold Schoenberg, alla guida dell’Ensemble BIOS e con la voce di Anna Clementi, ha suscitato entusiastiche reazioni nella critica internazionale (American Record Guide, Das Orchester, Limelight Magazine, Repubblica, Musica Magazine, Amadeus, Klassik Heute, Fanfare etc.) tanto da venir considerato “un must” da alcuni esponenti della critica, a fianco delle storiche incisioni di Pierre Boulez e di Giuseppe Sinopoli.

Entusiasta interprete del repertorio contemporaneo, ha diretto prime esecuzioni di autori quali Peter Eötvös, Tristan Murail, Oliver Schneller, Andrea Portera, Alessio Elia, Albertas Navickas, Rita Ueda e ama promuovere e scoprire i giovani compositori.

Andrea è anche un convinto ambasciatore della musica italiana e ha riscoperto e diretto numerose opere di compositori italiani meno noti, quali Guido Alberto Fano, Silvio Omizzolo, Mario Pilati, Gian Francesco Malipiero.

Ha diretto solisti quali Roberto Prosseda, Andrea Bacchetti, Francesca Leonardi, Anna Clementi, Filippo Mineccia, Valentina Varriale, Julia Nikolaieva, Fabrizio Meloni, Felix Del Tredici, Nolan Tsang, David Taylor.

Sito web personale: www.andreavitello.com